MULTE salate per chi viene beccato a FRUGARE nei cassonetti

Brutte notizie a Genova per chi è solito frugare all’interno dei cassonetti dell’immondizia. Infatti, in base al decreto Minniti, chi compierà un atto del genere rischierà di pagare multe fino a 200 euro.

Tempi duri, dunque, per indigenti e clochard. Il Comune di Genova, per opera della giunta guidata dal sindaco Marco Bucci, mira a ripristinare il decoro urbano e a favorire le condizioni delle persone più povere. Al tempo stesso, i commercianti e i parcheggiatori abusivi possono essere soggetti a Daspo se nella loro città devono sottostare al pacchetto.

Infiamma la polemica politica. Il Partito Democratico locale accusa la fazione opposta per aver imposto una multa dall’efficacia piuttosto dubbia, dato che coloro che rovistano nella spazzatura sono generalmente i meno abbienti. Nel frattempo, il nuovo gruppo di Facebook “Genova che osa” protesta per la nascita di norme considerate assurde, che portano ad una guerra ai poveri da fermare a tutti i costi.

Dall’altra parte, l’assessore della giunta comunale Garassino parla di un provvedimento che ha l’obiettivo di far crescere il turismo locale. “Chi è alla ricerca di cibo – sottolinea – può lasciare rifiuti a terra e richiamare i ratti”. Garassino ha tuttavia aggiunto che le persone in difficoltà estrema non saranno multate, ma perlopiù aiutate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *