Mercato AUTO 2018: NOLEGGIO, ACQUISTO O LEASING? Sconti, deducibilità e agevolazioni

Scegliere di comprare, noleggiare o prendere in leasing un auto per uso aziendale è una scelta che può comportare varie agevolazioni fiscali, che vanno dalla detraibilità al 20% a quella al 70%. Cerchiamo di chiarirci le idee.
Le varie aziende e i datori di lavoro, sempre di più, si pongono il problema della detraibilità del parco macchine che mettono a disposizione dei propri lavoratori come auto o veicoli aziendali. La domanda che ci si pone è quale sia la scelta migliore tra l’acquisto, il noleggio o il leasing. Ci possono essere diversi tipi di detraibilità, a seconda che il veicolo sia concesso al dipendente esclusivamente per uso aziendale o per uso promiscuo, cioè per utilizzo sia aziendale che personale. In caso l’auto sia concessa al dipendente per uso promiscuo, figurerà come concessione al lavoratore dipendente, quindi come benefit, per cui verrà tassato come reddito scaturito da lavoro dipendente.

Quali sono le detrazioni per auto e veicoli

La legge Fornero e la legge di Stabilità approvata nel 2013 hanno ridotto in maniera drastica le percentuali di detrazione dei costi per le imprese. A partire dal 2013 in poi le regole di detrazione sono queste: 1) Detrazione del 20% per le spese in relazione agli automezzi, i caravan, i ciclomotori e motocicli, che vengono utilizzati come prodotti o beni strumentali; 2) detraibilità del 70%, per i costi relativi ai mezzi concessi dal datore di lavoro al dipendente per uso promiscuo.

Il contratto di leasing e le detrazioni

Il contratto di leasing si configura come contratto atipico, composto da due differenti contratti, uno di compravendita e uno di locazione del bene. Questo tipo di contratto prevede che l’azienda che sottoscrive il contratto di leasing, alla fine del periodo di locazione, debba acquistare il bene ad un prezzo prefissato.
Ovviamente, è l’azienda che sottoscrive il contratto che decide di destinare il bene ai dipendenti per uso aziendale o promiscuo. Questa differenza sull’uso del bene è importante a fini di detrazione fiscale. Nel primo caso, si avrà una detraibilità al 20% fino ad un massimo di 3.615,20 euro; nel caso di uso promiscuo del bene, abbiamo la detraibilità fino al 70% fino ad un massimo di 18.076 euro del valore delle rate complessive con riferimento annuale.

Il contratto di noleggio e la detraibilità

Il noleggio, a differenza del leasing, non prevede il successivo acquisto del bene.
Con riferimento ai contratti di noleggio, va fatto riferimento all’art 164 del TIUR. Tale articolo stabilisce dei limiti per le detrazioni, per un massimo del 20% negli anni che vano dal 2013 al 2015 e successivi.
Anche per questo tipo di contratto, come per quello di leasing, il costo rilevante ai fini fiscali va calcolato il base all’effettivo periodo di utilizzazione del bene
noleggiato durante l’anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *