Gay Pride a Salerno, è polemica

E’ già polemica tra la Lega e l’amministrazione comunale per il Salerno pride, in programma nella città campana il 25 e 26 maggio.

A sollevare il caso  ci aveva già pensato il Popolo della Famiglia salernitano che in una nota ha parlato della concessione di una somma pari a 2.500 euro stanziata dal Comune e “dell’inopportunità di tenere l’evento al centro della città”.

Subito dopo, è toccato al partito di Salvini parlare di “manifestazione di sapore carnevalesco, che sfilerà per le strade della città nelle prossime settimane mettendo alla berlina chi vive in modo legittimo la propria sessualità”. Da qui, la critica al Comune per la concessione del patrocinio dato dal Comune.

L’amministrazione ha risposto attraverso le parole dell’assessore alle Politiche Giovani e all’Innovazione, Mariarita Giordano, che ha difeso l’evento e ha rilanciato, annunciando la sua stessa partecipazione.
Polemica sterile fine a se stessa – è stato il commento della Giordano sulle dichiarazioni di Popolo della Famiglia e Lega -. Saranno due giorni di eventi, incontri, laboratori. Sarà un interessante momento di confronto organizzato da Arcigay con il supporto e il coinvolgimento di tante associazioni”, ha poi concluso l’assessore con l’auspicio di chiudere la querelle. Ma a un mese dall’evento, c’è da credere che non mancheranno altre polemiche sul Gay pride.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *