Fabrizio Frizzi, omaggio di Pupo fuori dal coro: “Quanta ipocrisia in chi ti rimpiange”

La morte di Fabrizio Frizzi ha sconvolto il mondo dello spettacolo, e non solo. C’è però chi ha letto anche qualche ipocrisia nell’ondata di saluti e commiati dedicati nelle ultime ore al popolare presentatore televisivo, scomparso all’età di 60 anni per una emorragia cerebrale.

La voce fuori dal coro è quella di Enrico Ghignazzi, noto a tutti come Pupo. In tournée artistica, Pupo ha voluto salutare Fabrizio Frizzi con un post sui suoi profili social.  “Soltanto due anni fa – ha scritto il cantante -, eravamo insieme qua, alle cascate del Niagara. Abbiamo condiviso momenti professionali meravigliosi ed altri, privati, in cui mi raccontavi le tue sofferenze e le angosce che gli ipocriti che oggi ti rimpiangono, ti avevano causato. Non ho parole fratello”.

Un post di saluto, destinato però a far discutere. Ghinazzi ha infatti criticato i vertici della televisione pubblica italiana, rea di aver accantonato per anni Fabrizio Frizzi, poi tornato sul piccolo schermo grazie all’intervento dell’amico Carlo Conti. Pupo e Frizzi avevano anche lavorato  assieme in varie occasioni, come ad esempio nel 2014, quando entrambi facevano parte della giuria del programma musicale “Ti lascio una canzone”, condotto da Antonella Clerici. Inoltre i due avevano anche condiviso il campo di calcio, in particolare in occasione della Partita del Cuore, noto match di raccolta fondi in favore di associazioni benefiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *